Problema o non problema?


Ma avete notato che sempre più spesso le cronache ci narrano di ragazzini, sempre più giovani, che si organizzani sui social e si radunano per una maxi-rissa, senza reale motivo

Se giustificare la situazione che i ragazzi vivono può aiutare a capire cosa realmente serve per affrontare il problema?( Perché anche se poco se ne parla, c'è un problema e i dati son ancora troppo pochi per capire la reale portata sociale dell' onda lunga della pandemia)

Tutti gli adolescenti sperimentano o hanno sperimentato la trasgressione.

È fisiologico, fa parte del percorso di crescita e del tentativo di trovare una propria identità: devono arrivare anche al limite del lecito, a volte violando norme e regole.

Certo ambiente e storia personale fungono da contesto per delimitare il grado di trasgressione.

Quel che oggi manca, ed è mancato nel periodi di lockdown, è la possibilità di violare regole quotidiane all interno di una normalità.

Non è una semplice giustificazione; in un tempo e in uno spazio in cui tutto è portato all esasperazione, occorre dar ai ragazzi la possibilità di modulare questo bisogno di trasgredire e di andare oltre. È un percorso che non possono fare da soli. In un' altra occasione avrei puntato il dito sulla necessità di uno stretto coordinamento scuola- famiglia, in una condivisione di intenzionalità e direzione educativa solida e ben centrata.

Ora quel che più vorrei è richiamare i genitori alla loro responsabilità, senza giudizio.

Non esiste più la delega alla scuola:i figli in questo momento hanno un grandissimo bisogno di voi.

Son circondati da contatti social, da messaggi WhatsApp,ma son stati e son estremamente soli.

Cari genitori se pensate di non farcela, se sorgono dubbi, non abbiate paura a chiedere aiuto e supporto

Fare i genitori non è mai stato facile, ma lo è sempre meno. Chiedere aiuto non è ricevere facili ricette, anzi diffidate da chi vi mette in mano ricettari precompilati.

Chiedere aiuto significa porsi in un'ottica di autoriflessione, consapevolezza sulle proprie insicurezze e autocritica sulle proprie certezze; ma soprattutto non è una vergogna ne un fallimento.

Chiedere aiuto, per un genitore è solo un grande gesto d' Amore


Immagini dal testo: Les petits

Autore: Marion Fayolle

Casa editrice: Magnani 2020

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Certe volte le vite degli altri gliele guardi addosso e ti sembran perfette come un vestito di sartoria. Quelle volte io mi sento come se la mia vita l’avessi presa ai grandi magazzini all’upim o anch